lunedì 19 dicembre 2011

Libro della settimana "Mani Calde" di Giovanna Zucca


Vi mancavano le mie recensioni?? 

Ho appena finito un libro fantastico e vorrei parlarne con voi!!

Si tratta di “Mani Calde” di Giovanna Zucca edito da Fazi Editore.



Ho scritto questo post in treno mentre tornavo a Bologna dopo aver passato una fantastica giornata ai mercatini di Natale di Trento!

Ho appena terminato questo libro e sento l’assoluto bisogno di buttare giù qualche riga perché le emozioni che mi ha trasmesso non devono andare perse.. guardo fuori dal finestrino .. la pianura è spazzata dal vento.. il cielo è limpido e all’orizzonte si staglia un tramonto infuocato che difficilmente si vede in questa stagione.. mi sento pervasa dalla malinconia … la stessa malinconia che mi ha lasciato nel cuore la lettura di questo libro.

Ci sono libri che ti entrano dentro dalla prima pagina.. già dalla quarta di copertina capisci che sarà così, perché la trama è talmente intensa che non potrà essere altrimenti.

“Mani calde” narra la storia di Divide e del Dott. Pier Luigi Bozzi, paziente e medico , che non si conoscono, ma che in questo breve ed intenso racconto diventeranno uno parte dell’altro.

Davide arriva all’ospedale più morto che vivo, il cranio sfondato da un incidente automobilistico.

Pier Luigi è il primario del reparto di neurologia che lo prenderà in cura.

Davide è un bambino schietto, simpatico, lo sappiamo dai racconti di chi lo ama, la sua mamma, i suoi nonni.. lo sappiamo da lui.. che nonostante quel coma che lo inchioda al letto  sente tutto quello che gli capita intorno e lo commenta nella sua mente.  Tutti lo amano!

Pier Luigi è soprannominato “Cafone Malefico” perché lui non chiede ORDINA.. lui non ringrazia, non saluta, non si intrattiene con i genitori dei pazienti.. LUI E’ IL PRIMARIO,  il genio, quello che salva le vite. Tutti lo odiano!

Ma Davide nel profondo della sua incoscienza sa che il Dottore Cattivo e Cafone Malefico in realtà è buono.. fa solo finta di essere cattivo perché nessuno gli ha mai insegnato ad essere buono e per salvare Davide Pier Luigi dovrà guardarsi dentro e scoprire cosa realmente non va nella sua vita.

“Mani calde” è un libro unico, sensibile ed emozionante che tratta un tema non facile da affrontare.. cosa accade nel subconscio, cosa c’è in quel buco nero chiamato “COMA” che noi comuni mortali non possiamo vedere.


Giovanna Zucca, l’autrice, che nella vita di tutti i giorni presta servizio come infermiera strumentista in sala operatoria, ha cercato di dare una risposta a questo grande enigma alternando la freschezza e la simpatia dei pensieri di Davide alla durezza e alla caparbietà di un uomo che ha paura di cambiare e di scoprire veramente chi vuole essere.


Questo è un libro che va assaporato riga dopo riga.. che va letto con la calma di un lungo viaggio.. riuscirà il Dott. Bozzi a salvare Davide e di conseguenza a salvare se stesso?

Lo consiglio a tutti, soprattutto a coloro che hanno voglia di guardarsi dentro e fare i conti con se stessi.. sono sicura che alla fine del viaggio non ve ne pentirete. 

14 commenti:

  1. Uuuu adoro i mercatini di Natale! Dev'essere stato bello!
    Il libro sembra davvero unico, emozionante e commovente! Un bambino in coma che riesce a cambiare la vita delle persone che gli stanno intorno, soprattutto del Cafone Malefico. Grazie per il suggerimento!

    RispondiElimina
  2. @Chiara questo è un libro che devi assolutamente leggere! Lo vedo proprio adatto a te! Te ne innamorerai sono sicura! *__*

    RispondiElimina
  3. Ne ho già sentito parlare di questo libro e mi sono già ripromessa di leggerlo!
    Ma a Trento sei stata? Caspita, la prossima volta fammi un fischio che io ci abito vicinissima, così ci beviamo un brule insieme ai mercatini ;)

    RispondiElimina
  4. @Monica: accetto volentierissimo il tuo consiglio! Intanto ho quasi finito "I piaceri intimi del cioccolato" che avevi consigliato! Bello bello bello! ^_^ baciii

    RispondiElimina
  5. @Lamia ç..ç nooooooo a saperlo!!! Mandami la tua mail a fuocoblu22@gmail.com così almeno per la prossima volta ci possiamo accordare!

    @chiara davvero è bello?? mi ispira troppo quel libro!!! E poi lo vendono anche ad un prezzo ottimo!!

    RispondiElimina
  6. Libro interessante..voglio assolutamente leggerlo, magari più avanti quando mi sarà passata la malinconia natalizia!;)

    RispondiElimina
  7. passo per caso e vedo il tuo blog molto interessante mi sono aggiunta se ti va passa

    RispondiElimina
  8. @Monica: sììì mi piace molto! A breve leggerai la mia recensione così ti fai un'idea più precisa! ;-)

    RispondiElimina
  9. Sono giovanna zucca l'autrice di Mani calde.Io credo di essere a un passo dalle lacrime dopo aver visto le vostre righe.Anzi sono oltre.La recensione di Monica è un regalo di Natale in anticipo.Avevo chiesto a babbo natale di portarmi fortuna con questo mio esordio.E quando ho letto ecco...waw mi sono detta: grazie! grazie di cuore a tutti voi e ...Monica: hai centrato in pieno lo spirito del libro con la tua freccia dorata.Tanti auguri a tutti di cuore.Sigh sigh chissenefrega se mi vedono piangere????sono felice.

    RispondiElimina
  10. Mi ci vuole un attimo per riprendermi perchè questa proprio non me l'aspettavo!
    Carissima Giovanna, autrice di questo stupendo libro, sono io che sono sull'orlo delle lacrime.. grazie mille per essere passata da qui.. grazie delle tue splendide parole, ma soprattutto grazie per aver scritto questa storia.. Davide e "Pligi" resteranno nel mio cuore per sempre!
    Spero veramente di poter leggere presto altre cose tue!
    Buon Natale.. dopo una giornata disastrosa è bastato questo a farmi tornare il sorriso!
    Monica

    RispondiElimina
  11. Libro di una novità assoluta nel panorama stagnante della letteratura, ancora di più se si pensa che questa scrittrice è esordiente. La storia riguarda noi come persone, nell'umanità profonda che a volte sta nascosta per paura, debolezza o semplicemente perché occupata dalla noia. Se il contenuto dell'invenzione è semplice, la scrittura è di una potenza rara. Nulla vi è di retorico. Il dolore vi è narrato con il pudore e la sincerità che lo rendono subito comprensibile e redimibile. I personaggi, dopo la lettura, faranno parte di noi, sono indimenticabili. La psicologia è descritta con una capacità che non è l'esito di anni di lavoro scritturale o di un impegno razionale. Semplicemente sgorga. Questa scrittrice è una fontana, è un dono del cielo. Da leggere, da regalare, da raccomandare.

    RispondiElimina
  12. Mi sa che dovrò leggere questo libro al più presto :D
    Grazie per la tua recensione!

    RispondiElimina
  13. Me ne hai parlato talmente bene sabato ed ora con questa recensione che non posso fare a meno che metterlo nella mia lista...quando mi suggerisci un libro sono certa di andare sul sicuro...e poi lo sai....sono masochista ed adoro i libri che mi fanno piangere ^__^

    RispondiElimina