venerdì 1 marzo 2013

Visioni di lettura #8


Buongiorno a tutti e ben ritrovati con l’amata rubrica “Visioni di lettura”



Questa rubrica nasce dalla collaborazione di quattro blog, il mio ovviamente, unito a Un buon Libro non finisce mai di Christy, Il libro che pulsa di Lucrezia e Emozioni in bianco e nero di Noemi.

Ecco le nostre citazioni, come sempre speriamo di deliziarvi con foto e parole.

Tratto da “Finchè le stelle saranno in cielo” di Kristin Harmer ecco la mia citazione (e una mia foto), quando l’ho letta ho capito subito come si sentiva Hope, è quello che sento spesso anche io dentro il mio cuore.



"Ho sempre tentato di agire secondo le regole, in ogni occasione. Ho sposato Rob perchè sono rimasta incinta di sua figlia. Mi sono trasferita a Cape Cod perchè mia madre aveva bisogno di me. Ho assunto la gestione della pasticceria perchè era la nostra ditta di famiglia e non potevo lasciarla morire. Ho rinunciato ai miei sogni di diventare avvocato perchè non collimavano più con quanto ci si aspettava da me. Adesso mi rendo conto che scegliendo sempre la strada sicura, quella che ci aspettava che scegliessi, forse ho rinunciato a più di quanto abbia mai pensato. Mi ero lasciata alle spalle anche la persona che avrei dovuto essere? Avevo perso il mio vero io a furia di fare sempre la cosa giusta? Mi chiedo se ci sia ancora il tempo di capire come stanno davvero le cose e cominciare ad agire secondo le mie regole. 
- Forse non è troppo tardi - trovo il coraggio di dire. 
Gavin mi guarda - Non è mai troppo tardi - "


La citazione di Noemi di “Emozioni in bianco e nero” è tratta da  Il dono delle furie di Elizabeth Miles e mi ha fatto venire voglia di Natale.



"Proprio quella mattina l'aveva pregata di <<consultarsi con Zach sui regali di Natale>>, fornendole anche una lista di ben cinque alternativa, tra cui il suo ragazzo avrebbe potuto scegliere:
1- una sciarpa azzurra sul sito di Maintenance, il suo negozio preferito di Boston
2- un iPod nano con incisa una dedica
3- i biglietti per il Cirque du Soleil, che sarebbe arrivato a Portland quella primavera
4- un cucciolo
5- una nottata romantica nella villa al mare del patrigno di lui."


Christy di “Un buon libro non finisce mai” ci regala la citazione di Il precario equilibrio della vita" di Giorgio Marconi e mi ha fatto pensare a Parigi e a quanto mi manca quella città.



"Maison de retraite puor ex-artistes". Questo nome gli risultava singolare. Era stato così anche l'altra volta che era capitato davanti a quell'insegna. Era stato tanti anni prima. Quella volta era solo un ragazzino. C'era qualcosa di stonato, che lo infastidiva. Stavolta non ci mise molto a capire cosa. Quelle due letterine moleste: "ex". Già. Si può essere un ex-calciatore, un ex-operaio, un'ex-modella, un ex-parrucchiere, ma mai un ex-artista.

Per finire ecco  Lucrezia di “Il libro che pulsa” con una citazione tratta da “Il lato positivo” di Matthew Quick.. inutile che io lo dica vero? Devo leggere questo libro!!!



"Fra le mie braccia c'è una donna che mi ha regalato l'Atlante delle nuvole per l'osservazione del cielo, una donna che conosce tutti i miei segreti, una donna che sa quanto è incasinata la mia mente, quante pillole devo prendere , e tuttavia si lascia abbracciare da me, In tutto questo c'è qualcosa di onesto, e non riesco ad immaginarmi nessun'altra donna coricata insieme a me nel bel mezzo di un campo da calcio congelato-in piena tormenta, addirittura- a sperare che accasa l'impossibile: che una nuvola si liberi da un nembostrato."

Grazie mille a tutti per la vostra attenzione e grazie alle mie socie per queste splendide citazioni. 
Monica, Noemi, Christy e Lucrezia


2 commenti:

  1. Il lato positivo *____*
    E anche il tuo libro sister sembra molto bello

    RispondiElimina