domenica 1 settembre 2013

Nuovi arrivi #14

Buona Domenica a tutti miei cari!

Come state passando questa giornata di riposo? Io questa mattina sono andata a fare una bella passeggiata al parco con mio marito e il piccolo Ory, poi ho preparato un pranzo veloce e adesso penso che mi metterò un po' a leggere!

E' da un po' che non aggiorno questa rubrica, vi chiedo scusa, ma tra la macchina fotografica che si era rotta, le ferie che si avvicinavano, il rientro dalle ferie, proprio non ce la potevo fare! 

Comunque, eccomi qui, per farvi vedere le nuove entrate della mia libreria. 

Proprio ieri sera sono riuscita ad acquistare due libri che desideravo da un po' con lo sconto del 10%. Si tratta di "Julie dei Lupi" di cui avevo sentito parlare da Seli di Ombre Angeliche e di "Avevano spento anche la luna". Il libro "Il segno del destino" invece, l'ho ricevuto dalla Casa Editrice. 


L'effetto cornice della foto è frutto della mia nuova macchinetta fotografica, tipo giocattolo XD E' carina vero?? 

Ok non divaghiamo.. e parliamo dei libri! 

Lina ha appena compiuto quindici anni quando scopre che basta una notte, una sola, per cambiare il corso di tutta una vita. Quando arrivano quegli uomini e la costringono ad abbandonare tutto. E a ricordarle chi è, chi era, le rimangono soltanto una camicia da notte, qualche disegno e la sua innocenza. È il 14 giugno del 1941 quando la polizia sovietica irrompe con violenza in casa sua, in Lituania. Lina, figlia del rettore dell'università, è sulla lista nera, insieme alle famiglie di molti altri scrittori, professori, dottori. Sono colpevoli di un solo reato, quello di esistere. Verrà deportata. Insieme alla madre e al fratellino viene ammassata con centinaia di persone su un treno e inizia un viaggio senza ritorno tra le steppe russe. Settimane di fame e di sete. Fino all'arrivo in Siberia, in un campo di lavoro dove tutto è grigio, dove regna il buio, dove il freddo uccide, sussurrando. E dove non resta niente, se non la polvere della terra che i deportati sono costretti a scavare, giorno dopo giorno. Ma c'è qualcosa che non possono togliere a Lina. La sua dignità. La sua forza. La luce nei suoi occhi. E il suo coraggio. Quando non è costretta a lavorare, Lina disegna. Documenta tutto. Deve riuscire a far giungere i disegni al campo di prigionia del padre. E l'unico modo, se c'è, per salvarsi. Per gridare che sono ancora vivi.


Il destino di Ismae è stato scritto ben prima che lei nascesse: la Morte l'ha
segnata con una cicatrice, ma questo marchio funesto si rivelerà invece la sua strada per la salvezza. Sarà proprio quella cicatrice a farla ripudiare dal marito, un uomo violento che è stata costretta a sposare. La mano della Morte continua a guidare la ragazza, che fugge da tutto per cercare riparo nel convento di Saint Mortain, dove alcune suore osservano ancora gli antichi riti tradizionali. Qui viene trasformata in una perfetta assassina; silenziosa, seduttiva e letale, un'ancella della Morte. Presto, Ismae viene inviata alla corte di Bretagna per fare luce sugli intrighi che mettono in pericolo non solo il regno, ma anche la vita della giovane duchessa Anne. Per riuscire nell'impresa, dovrà fare appello a tutto ciò che ha imparato nel convento. Peccato che non le abbiano insegnato come tenere a bada i moti del cuore, e Ismae si ritrova lacerata tra il dovere e l'amore che preme nel suo cuore.



Julie è una ragazza eschimese di tredici anni. Sposata giovanissima con un estraneo che la terrorizza, decide di fuggire. Il suo sogno è raggiungere San Francisco, dove abita Amy, la sua amica di penna, e vedere finalmente la televisione, le macchine sportive, i jeans, i bikini, gli hamburger e le altre meraviglie di cui l'amica le parla nelle sue lettere. Comincia così il suo viaggio attraverso la tundra, proprio mentre l'inverno sta per arrivare... Persa in quel freddo deserto, la giovane si affiderà alla protezione dei lupi, grandi fratelli buoni dei quali ha imparato le abitudini e il linguaggio; ma neppure le immense distese artiche potranno mettere al riparo lei e i suoi amici dalla crudeltà dei bianchi, e presto la ragazza-lupo si troverà a scegliere tra il vecchio e il nuovo mondo... 



Sembrano tutti interessanti vero? Voi ne avete letto qualcuno? Io non vedo l'ora di iniziarli tutti e tre.. sarà difficile scegliere da quale iniziare :) Cosa mi suggerite? 

A presto
Monica 

16 commenti:

  1. Che belli :)) Io dell'autrice di Avevano spento anche la luna ho letto e adoraot il suo secondo romanzo, Una stanza piana di sogni. Quello della Fanucci ce l'ho anch'io, ma ancora non è arrivato il momento di leggerlo :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ho potuto resistere, quel 10% di sconto mi chiamava XD

      Elimina
  2. Anch'io ho comprato,non molto tempo fa, "Avevano spento anche la luna" e non vedo l'ora di leggerlo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi ispira tantissimo, mi sa che dovrò preparare i fazzoletti ç_ç

      Elimina
  3. Io ti consiglio il primo! ;)

    RispondiElimina
  4. il segno del destino mi incuriosisce molto!

    RispondiElimina
  5. Mi hanno parlato molto bene di Avevano spento anche la luna e de Il segno del destino. Non so in quale vita, ma li leggerò. Belle entrate :)

    RispondiElimina
  6. "Julie dei lupi" *_* non vedo l'ora che tu lo legga!
    "Il segno del destino" lo volevo, ma non l'ho chiesto alla CE e adesso in libreria non lo trovo.. no comment -.-"

    RispondiElimina
  7. Julie dei lupi oddio.. adoro le storie con i lupi, visto il mio tatuaggio *-* perciò sono curiosissima di leggere la tua recensione! ** così lo acquisto!
    Il segno del destino sembra carino, l'altro non mi ispira proprio

    Oggi ho il battesimo del figlio della mia migliore amica :3

    RispondiElimina
  8. Mi ispirano molto i primi due... della Sepetys sto proprio leggendo Una stanza piena di sogni e il suo modo di scrivere non è niente male

    RispondiElimina
  9. Avevano spento anche la luna è veramente bello.
    Gli altri mi è capitato di vederli in libreria, ma non li conosco

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Alla fine ho seguito il consiglio generale e ho iniziato "Avevano spento anche la luna" e mi sta piacendo moltissimo ç_ç

      Elimina
  10. Interessante, non conoscevo questi titoli, me curiosissima :)

    RispondiElimina
  11. Non mi attira nessuno di questi libri D:
    Al massimo quello del lupo, ma non so D:

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho iniziato a leggere il primo ed è bellissimo.. molto triste, ma estremamente intenso!

      Elimina
  12. bellissimi acquisti *-*
    Io ho letto "Avevano spento anche la luna" e benchè sia molto triste l'ho trovata una lettura piacevole e soprattutto interessante :). Anche gli altri due dalla trama sembrano molto interessanti, mi attira soprattutto "Julie dei lupi". Non vedo l'ora di leggere cosa ne pensi :D

    RispondiElimina